Skip links

Intervista all’Ingegnere Biagio Barile sull’evoluzione del plant COINOX di Astra Refrigeranti

Intervista all’Ingegnere Biagio Barile sull’evoluzione del plant COINOX di Astra Refrigeranti

Biagio Barile è una delle figure portanti di Baglioni: entrato in azienda 18 anni fa, parallelamente alla nascita del plant COINOX di Astra, oggi ricopre il ruolo di plant manager e si occupa del coordinamento e della gestione non solo del plant, ma anche del team. 

Si tratta dello stabilimento Baglioni con sede a Corigliano D’Otranto (Lecce) che si occupa della produzione di serbatoi di piccola e media grandezza per diversi settori di applicazione orientata al B2B, principalmente verso produttori dell’area EMEA.

In questa intervista a Biagio Barile ripercorriamo le tappe della nascita e crescita del plant COINOX.

Come è stato il percorso professionale realizzato all’interno dell’Azienda Baglioni?

«Sono entrato in Baglioni 18 anni fa, nell’anno in cui il plant COINOX è nato, con un team di partenza di soltanto 5 persone. Si trattava della mia prima esperienza professionale e mi sono inizialmente occupato di diversi ambiti aziendali, dalla logistica, alla produzione, all’emissione e gestione degli ordini.

Con il tempo siamo cresciuti, ci siamo ben inseriti nel mercato, abbiamo iniziato ad avere diversi clienti e, di conseguenza, abbiamo ampliato il team. Sono arrivato a gestire l’intero gruppo e la parte di qualità e sicurezza dell’unità produttiva.
Attualmente sono plant manager e mi occupo del coordinamento e della gestione del plant e del team, composto oggi da 22 persone.»

Quali sono gli aspetti migliori del lavoro in Baglioni e come è l’ambiente lavorativo all’interno del plant?

«Del mio lavoro mi piace l’ambiente giovane e dinamico e, soprattutto, la collaborazione e il supporto reciproco fra tutte le persone del gruppo che, negli anni, ci ha permesso di collaudare un processo decisionale rapido e snello, decisivo per facilitare e ottimizzare il lavoro quotidiano.

Viene data molta fiducia anche ai più giovani e viene quotidianamente trasmesso ottimismo per creare un contesto capace di essere stimolante, ma anche di estrema fiducia reciproca, valore fondamentale per poter fare un buon lavoro. 

La possibilità di crescita è un altro aspetto fondamentale: io, come molti altri, siamo in Baglioni da tanti anni e non siamo mai stati sostituiti, anzi. Ci è stata data l’opportunità di imparare, apprendere nuove conoscenze e competenze, fare esperienza e sviluppare il nostro know-how per poi essere di esempio e guida per i nuovi ragazzi che entrano in Azienda.

C’è inoltre un forte attaccamento al lavoro di squadra e una visione comune verso obiettivi condivisi, che ci permette di guardare sempre avanti e di non accontentarci dei traguardi già raggiunti.»

Quali sono state le fasi di evoluzione del Plant COINOX?

«Quando ho iniziato il mio percorso in Baglioni presso il plant COINOX, la nostra offerta era molto differente da quella che proponiamo oggi. 

Quando ci siamo resi conto che il mercato era orientato verso un’altra direzione, abbiamo modificato anche la nostra produzione, introducendo i serbatoi per aria compressa e diventando rapidamente leader in questo settore. 

Il nostro sviluppo ci ha portati poi a inserire anche i separatori ad aria, che prima venivano prodotti nel nostro Stabilimento in Cina e che sono diventati il prodotto di punta della nostra divisione. 

Parallelamente a questa crescita aziendale, si è sviluppato anche il mio percorso personale e professionale in Baglioni: la costante formazione di leadership e management mi ha permesso di comprendere al meglio l’importanza della comunicazione con e verso il mio team, dell’ascolto attivo come strumento di accrescimento e della sinergia per creare un ambiente di lavoro vincente e un rapporto positivo tra colleghi e collaboratori.»

Plant COINOX: prodotti per olio alimentare inox e serbatoi

In origine, il plant COINOX di Baglioni nasce con il compito di dare vita a prodotti per olio alimentare inox. La risposta del mercato non è però quella attesa e così la nostra Azienda decide di abbandonare la produzione di prodotti per l’olio e di mantenere, anche se in maniera marginale, i prodotti per l’acqua in pressione.

Plant COINOX: serbatoi per aria compressa

L’attenzione verso le tendenze del mercato, unita all’analisi delle richieste di applicazioni specifiche, hanno portato il plant COINOX ad abbandonare lo sviluppo di altri prodotti per orientarsi verso la produzione esclusiva di serbatoi per aria compressa.

Questo ci ha permesso di specializzarci fortemente e verticalmente in questo campo, tanto da creare rapidamente un pacchetto clienti fidelizzato e da diventare leader riconosciuti nel settore. 

Inoltre, negli anni, lo stabilimento COINOX è diventato anche punto di riferimento per tutti gli altri plant Baglioni, a cui dà costante supporto. 

Plant COINOX Baglioni: separatori ad aria e certificazione Asme

La più recente fase di sviluppo del plant COINOX si è concentrata su una strategia aziendale di sourcing in favore di un reshoring: abbiamo messo in atto una ri-localizzazione delle nostre attività produttive destinate al mercato americano. 

In particolare, abbiamo portato la produzione di separatori ad aria dalla Cina all’Italia, nello stabilimento di Corigliano D’Otranto, per dare continuità agli ordinativi del Plant e ridurre le spese di trasporto e approvvigionamento. 

Vuoi sapere di più?

Leggi anche Il reshoring dalla Cina alla Puglia dei prodotti Baglioni per il mercato americano

Abbiamo anche trasferito, sempre nel plant COINOX, parte della produzione dei separatori ad aria che veniva effettuata nello stabilimento di San Pietro Mosezzo (Novara), con l’obiettivo di liberare le linee produttive per ampliare la gamma di prodotti.

Questa strategia non ha solo trasformato i separatori ad aria nel prodotto di punta della COINOX, che li sviluppa per poi spedirli nel resto d’Italia e negli Stati Uniti, ma ha anche dato una connotazione fortemente internazionale allo stabilimento.

Inoltre, ha anche permesso alla nostra Azienda di ottenere la Certificazione ASME (requisito fondamentale per accedere ai mercati USA, Canada e altri 113 Paesi nel mondo) anche per il plant COINOX in Puglia, come ulteriore conferma della qualità e della sicurezza dei nostri prodotti. 

Vuoi sapere di più?

Scopri l’articolo completo su Com’è cambiata negli anni la produzione dei serbatoi Baglioni

Contattaci per avere maggiori informazioni.